Ti trovi qui: Home » Calendario

Aria condizionata in biblioteca e altre misure di risparmio energetico in Unimore

Nell'ambito delle politiche di efficientamento energetico adottate da Unimore e in linea con l'interesse dell'Ateneo per i temi della sostenibilità, su proposta della Commissione Edilizia, gli Organi Accademici hanno deliberato una serie di misure.

Qui in evidenza le misure che riguardano direttamente le Biblioteche Unimore:

» Gli impianti di climatizzazione vengono attivati a partire da lunedì 6 giugno
» Le biblioteche potranno far uso degli impianti dalle ore 10 alle 18
» La temperatura minima, nel periodo di accensione degli impianti di climatizzazione estiva, dovrà essere impostata non sotto i 27 gradi
» Le biblioteche saranno chiuse nelle due settimane centrali di agosto (quest’anno 8-21 agosto compresi)
» Analogamente nel periodo invernale le strutture saranno chiuse dal 24 dicembre al 6 gennaio

______________________

Di seguito il testo completo del comunicato inviato dal Magnifico Rettore in data 1 giugno 2022:

Gentilissime/i,
Come è noto l’attenzione ai temi della Sostenibilità è di primario interesse per la comunità accademica ed è declinata nel Piano Strategico di Ateneo, in particolare per quanto concerne l’adozione di Politiche responsabili di Efficientamento energetico, che riguardano anche i comportamenti di ognuno/a di noi.
In quest’ottica, su proposta della Commissione Edilizia, gli Organi Accademici hanno deliberato nelle sedute odierne le seguenti misure da attuare immediatamente:

Comportamenti individuali. Ogni singola persona dovrà:
- Spegnere o porre in stand-by PC e altre attrezzature informatiche alla conclusione delle sessioni di lavoro.
- Assicurarsi che ventilconvettori (fancoil), split e ogni altra terminazione di impianto per climatizzazione estiva e invernale siano stati spenti quando si lascia un locale, anche quando l’impianto generale è spento, per evitare che si riattivino in assenza di occupazione.
- Utilizzare per quanto possibile la ventilazione naturale in luogo del condizionatore. Di contro, tenere le finestre chiuse quando ventilconvettori, split e ogni altra terminazione di impianto per climatizzazione estiva e invernale sono attivi.
- Spegnere eventuali elettrodomestici (ad es. macchine del caffè, caraffe scaldanti, ecc.) quando non sono utilizzati.
- Non utilizzare stufette elettriche.
- Spegnere le luci nei locali non utilizzati, inclusi aule, studi/uffici, bagni, corridoi.
- Utilizzare la luce naturale quando possibile. Tuttavia, in locali ampiamente finestrati e dotati di illuminazione efficiente a LED, nelle stagioni calde, in presenza di una forte insolazione diretta sui serramenti, può essere energeticamente conveniente chiudere gli elementi oscuranti (veneziane, tendaggi purché chiari, ecc.) dei serramenti stessi e, se necessario, attivare l’illuminazione artificiale.
- Nelle stagioni calde, chiudere o parzializzare fortemente gli elementi oscuranti (veneziane, tendaggi, ecc.) di tutti i serramenti direttamente insolati. Chiudere o parzializzare fortemente anche gli elementi oscuranti di serramenti NON direttamente insolati (poiché la radiazione solare diffusa può ammontare a un terzo e oltre della radiazione totale, e investe anche serramenti a nord), nonché, anche in assenza di sole, di locali non utilizzati (onde evitare che possano essere soggetti a captazione solare eccessiva).

Azioni a livello di struttura. Ogni struttura dovrà:
- Individuare, tra le unità del personale tecnico amministrativo, un incaricato per le questioni energetiche del Dipartimento/Centro/Struttura. Possibilmente, in funzione della dimensione e specificità della struttura, affiancargli collaboratori organizzati in un nucleo di lavoro.
- Incaricare personale di supporto per lo spegnimento dei ventilconvettori (fancoil), degli split e di ogni terminazione di impianto per climatizzazione estiva e invernale degli spazi comuni. Tale spegnimento deve avvenire con cadenza giornaliera, in orario da concordare con la Direzione Tecnica. Introdurre specifiche indicazioni nei mansionari.
- Inserire nella struttura opportuna cartellonistica, come le norme principali da far rispettare a carico dei singoli.
- Laddove possibile, supportare il personale nell’impostazione di logiche di stand-by e spegnimento automatico di PC e altre attrezzature informatiche nei periodi di non utilizzo.
- Individuare, di concerto con la direzione tecnica, edifici o porzioni di edificio adibiti alla didattica o alla rappresentanza nei quali, durante i periodi a climatizzazione attiva (estiva o invernale), gli impianti possano essere disattivati in modo indipendente. Individuati detti edifici o porzioni di edificio, evitare di fissarvi esami, seminari, riunioni, ecc., anche inserendo specifici avvisi sulle pagine di prenotazione aule e sale, specialmente nei periodi di basso utilizzo (fine luglio, fine agosto).
- Raccogliere segnalazioni circa la presenza di elementi illuminanti inefficienti, a incandescenza o alogeni, inclusa l’illuminazione esterna.
- Spegnere gli scaldaacqua elettrici dei bagni nel periodo estivo e, ove possibile, anche in quello invernale.
- Raccogliere segnalazioni circa la presenza di disfuzionalità o modalità di utilizzo degli ambienti potenzialmente impattanti sul fabbisogno elettrico, per climatizzazione, idraulico, e trasmetterle tempestivamente alla Direzione Tecnica (direzionetecnica@unimore.it).
- Laddove e quando possibile, nei periodi a climatizzazione attiva estiva, individuare a livello di Dipartimento un giorno a inizio settimana (lunedì) oppure alla fine (venerdì), nel quale si possa estendere il periodo di spegnimento degli impianti in vigore per il fine settimana (sabato-domenica). Individuato il giorno, evitare di fissarvi esami, seminari, riunioni, ecc., anche inserendo specifici avvisi sulle pagine di prenotazione aule e sale.

Azioni di Ateneo:
- Attivare a partire da lunedì 6 giugno l’impianto di climatizzazione dalle 10 alle 16 (fatte salve particolari esigenze, quali ad esempio stabulari, laboratori di ricerca, CED e locali server, e altre eventuali esigenze giustificate e segnalate per iscritto dalle strutture competenti a direzionetecnica@unimore.it e ritenute adeguate dall’Amministrazione dell’Ateneo). Le biblioteche potranno far uso degli impianti dalle ore 10 alle 18.
- Impostare la temperatura minima non sotto i 27 gradi nel periodo di accensione degli impianti di climatizzazione estiva.
- Predisporre opportuna cartellonistica e modalità di comunicazione.
- Chiudere tutte le strutture di Ateneo, comprese le biblioteche, nelle due settimane centrali di agosto (quest’anno 8-21 agosto compresi), fatte salve eventuali attività già programmate non differibili (quali ad esempio uffici impegnati in presentazione progetti PNRR e di ricerca, ufficio stipendi, segreterie studenti, per i quali uffici la chiusura può essere ridotta a una settimana). Attuare analogo provvedimento nel periodo invernale, chiudendo le strutture dal 24/12 al 06/01 con le stesse esenzioni di cui sopra.

Ulteriori misure di Efficientamento energetico saranno adottate in seguito a ulteriori approfondimenti e delibere degli Organi.

Si prega di dare massima e corretta diffusione dei contenuti qui elencati all'interno delle proprie strutture, dato che poniamo l'accento sui comportamenti anche individuali.

Certo della massima attenzione e della fattiva collaborazione di tutti e tutte, invio i più cordiali saluti, Carlo Adolfo Porro

 

[Ultimo aggiornamento: 10/06/2022 14:35:42]